Ucraina, terra d’Europa

L’Ucraina, la sua integrità territoriale e la sua stessa esistenza ed indipendenza sono state messe in discussione dalla guerra di invasione messa in atto dal Cremlino.

A noi, che conosciamo ben poco di questo Paese, della sua storia e della sua cultura, l’epilogo sanguinoso di un conflitto in atto dal 2014 può sembrare lontano.

L’Ucraina, invece, ci è più vicina di quanto crediamo e la guerra è stata portata nella nostra Europa.

 

Giorno del Ricordo 2022: parlano storici e testimoni

In occasione del Giorno del Ricordo le associazioni AMVO – Noi Migranti, Centro Aldo Mori e Università della Terza Età, hanno organizzato un incontro con Luciana Massalin, esule istriana classe 1931 e lo storico portogruarese Franco Rossi.

Luciana Massalin aveva 13 anni quando nel 1943 fu costretta a lasciare con la sua famiglia l’Istria e a rifugiarsi in Veneto. Una testimonianza, la sua, lucida e ricca di ricordi personale dei terribili giorni che seguirono l’Armistizio dell’8 settembre e che coinvolsero, successivamente, anche gli italiani della Venezia Giulia e della Dalmazia.

Ricordare la Shoah con Edith Bruck

In occasione della Giornata della Memoria 2022, Edith Bruck incontra gli studenti degli Istituti Superiori di Portogruaro sabato 20 gennaio 2022.

La scrittrice ebrea sopravvissuta ai campi di concentramento sarà ospite di AMVO- Noi Migranti, ANPI, Centro documentazione Aldo Mori e Fondazione Campus Università di Portogruaro e Università della Terza Età.

L’iniziativa è patrocinata da UCEI e Città di Portogruaro. Puoi seguirla sul canale YouTube di Noi Migranti Associazione o sulla pagina Facebook di Noi Migranti.

Con la Ministra Bonetti per ricordare Victoria e contrastare la violenza verso le donne

Il 16 gennaio prossimo ricorre un anno dalla uccisione di Victoria Temitope Obalakun da parte del marito Moses Osagie.

Un delitto eseguito con efferatezza e crudeltà a Concordia Sagittaria, dove la coppia viveva da anni con i tre figli, tutti minori. Victoria è stata la seconda vittima di femminicidio del 2021, anno che si è concluso con 100 donne assassinate, in gran parte per mano di famigliari: mariti, padri, fratelli.

Omicidi che sono la punta di iceberg di una violenza contro le donne che è cresciuta durante i mesi dell’isolamento conseguente alla pandemia da Covid-19.

15 dicembre, il Cammino della speranza fa tappa a Portogruaro

Il Cammino della speranza è un progetto ideato da Missionland (Carrè- Vicenza) e quindi fatto proprio da numerose associazioni impegnate nel portare aiuto ai migranti che percorrono la cosiddetta “Rotta Balcanica”: Rainbow for Africa (Torino), Mamre (Torino), Engim Italia, Linea d’Ombra ODV (Trieste), Iscos Veneto (Istituto Sindacale per la Cooperazione Sviluppo) e DRC Italia.

In cosa consiste? E’ un percorso di 700 chilometri (da Trieste a Oulx il Val di Susa, quello stesso svolto da questi migranti che vogliono proseguire verso la Francia, la Germania ed altri Paesi del Nord Europa) in otto tappe che impegna una cinquantina di atleti a piedi o in bicicletta.

La partenza è prevista per il 14 dicembre e l’arrivo per il 22 dello stesso mese.

Il primo tratto fa tappa a Portogruaro con arrivo in Piazza della Repubblica, davanti il Municipio, intorno alle ore 18.00. Poi, alle 20.30, al Collegio Marconi, si parlerà della Rotta Balcanica in una conferenza promossa da Amvo- Noi Migranti, ANOLF, ANPI, Accogliere, Centro Mori, Cisl Venezia, SPI CGIL Lega Lemene, Porto dei Benandanti e Università della Terza Età.

25 novembre 2021. Per ricordare Victoria Osagie, vittima di femminicidio

E’ sepolta nel cimitero di Concordia Sagittaria Victoria Osagie, uccisa brutalmente dal marito il 16 gennaio scorso. Ed è dedicato a lei lo spettacolo teatrale “Il corpo che parla” con Martina Boldarin, che andrà in scena il prossimo 25 novembre, nella giornata dedicata alla eliminazione della violenza contro le donne, al Teatro Russolo.

Lo spettacolo, patrocinato dai Comuni di Portogruaro e Concordia Sagittaria, sarà trasmesso in diretta streaming sul canale YouTube di Noi Migranti Associazione, è gratuito ed è possibile prenotare i posti scrivendo a info@noimigranti.org.

Si tratta della prima iniziativa pubblica del progetto “Le valigie di Eva 2” finanziato dalla Unione Europea e dalla Regione Veneto nell’ambito del FAMI, Fondo Integrazione e Migrazione.

83° Leggi razziali. A Portogruaro uno spettacolo sul prof Gino Luzzatto

Anche quest’anno l’Associazione Migranti con ANPI, Fondazione Portogruaro Campus, Centro Aldo Mori e Università della Terza Età, ricordano le famigerate leggi razziali introdotte dal fascismo nel 1938 con un evento che focalizza i loro tragici effetti tra gli ebrei. Si è scelto, questa volta, di restare “in casa” raccontando le vicende di un ebreo veneto, Gino Luzzatto, originario di Padova e a lungo vissuto a Venezia, a cui è dedicato un Istituto Superiore della città.

25 Aprile, festa della Liberazione dal nazifascismo

Alla liberazione dell’Italia dalla occupazione nazifascita ha contribuito anche il Regio Esercito Italiano che ha combattuto con gli Alleati britannici, americani e francesi. Così i soldati italiani, in gran parte provenienti da Centro- Sud del Paese, si sono trovati sulla linea del fronte con combattenti provenienti da molte parti del mondo. Tra questi ultimi gli ebrei della Palestina,  fuggiti alle persecuzioni naziste, che avevano costituito la Brigata Ebraica. Oltre cinquemila volontari che hanno partecipando, anche a prezzo della vita, ad alcune battaglie contro le truppe tedesce, a fianco degli uomini della Divisione Friuli, molti dei quali già partigiani. Obiettivo: liberare i fratelli del Nord. Anche a loro si deve la riconquistata libertà che festeggiamo da 76 anni.

Per conoscere questa parte di storia abbiamo promosso, con altre associazioni, una conferenza in diretta streaming con due ospiti: Romano Rossi, presidente dei Reduci della Friuli, e il rabbino Luciano Meir Caro.

Vale la pena di seguirla.