Portogruaro. Je suis muslim, Je suis parisien

Le associazioni islamiche del Veneto rappresentate nella Federazione Islamica Regionale e il Comitato di Coordinamento delle associazione marocchine del Triveneto hanno promosso, in collaborazione con l’Associazione Migranti della Venezia Orientale e il Comune di Portogruaro , una manifestazione di condanna del fondamentalismo islamico e di solidarietà con le vittime degli attentati del 13 novembre.
La manifestazione “Je suis parisien, je suis musulman” si svolgerà sabato 21 novembre dalle ore 16.00 alle ore 18.00 presso la Sala Consigliare del Municipio di Portogruaro.
Nel corso della iniziativa prenderanno la parola: Don Davide Corba responsabile della Caritas per la Diocesi di Concordia Pordenone; Padre Igor Baranovschi Parrocchia San Saba di Portogruaro della Chiesa Ortodossa Romena; Ouidad Bakkali, nata in Marocco è oggi Assessore alla Cultura, Pubblica Istruzione e Infanzia del Comune di Ravenna; Onofrio Rota Segretario generale aggiunto Cisl Veneto, Abdallah Kherzraji Vice- presidente della Consulta Regionale del Veneto per l’Immigrazione; Modou Diop Presidente dei Coordinamento Cittadinanza Attiva di Treviso; Bouchaib Tanji Presidente Federazione Islamica Veneto. Il Rabbino Capo della Comunità di Venezia Dott. Scialom Bahboutla, in considerazione del sabato, invierà un proprio messaggio scritto.
“Le nostre associazioni – sottolinea Bouchaib Tanji, presidente della Federazione Islamica del Veneto – sono da sempre impegnante a contrastare il fondamentalismo che avvelena la nostra fede. Ancora di più da quando è diventato la base ideologica di organizzazioni criminali che tentano di giustificare così quelle azioni criminali e sanguinose con cui hanno posto o tentato di porre sotto il loro controllo alcuni paesi e dall’altra di imporre il terrore anche in Europa”.
Significativo l’intervento alla manifestazione di Ouidad Bakkali, originaria del Marocco e oggi assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione a Ravenna dopo una esperienza come componente il Parlamento dei Giovani Europei. Il 13 novembre sera era a Parigi, seduta ad un tavolo del Bar Le Carillon di fronte al Petit Cambodge dove i terroristi hanno sparato raffiche di kalashnikov facendo 15 morti e 10 feriti gravissimi. Lei, gettatasi a terra, è rimasta incolume.
La città di Portogruaro è già stata sede di importanti mobilitazioni dei musulmani contro il terrorismo islamista: dalla manifestazione “Islam è pace” subito dopo gli attentati di Parigi del gennaio scorso a quella del 22 marzo “il Bardo siamo noi” svoltasi davanti al Museo Archeologico della città.
La Federazione Islamica del Veneto ha presentato (settembre 2014) al Presidente Zaia nel corso di un incontro a Palazzo Balbi una proposta dettagliata per la regolamentazione dell’attività dei centri culturali e delle moschee in Veneto. Scuola di formazione per gli imam, sermoni e attività sociale in internet, adesione alla Carta del valori, rendicontazione pubblica delle risorse, questi requisiti per ottenere un riconoscimento ufficiale.